Abramo in valle Bormida ( Italia, "fegato del mondo" )

Akkad, la terra di Sargon

Citiamo subito il passaggio che parla di Akkad e della sua distruzione:

Il punto di riferimento da individuare per capire dove ci troviamo e' il Dyeing Vat, che viene tradotto anche come Crucible ("crogiuolo"). Il nome originale e' NASRAPTU ed esiste parecchia documentazione su questa regione. Una prima impressione che mi sono fatto leggendo i testi e' che si tratti della penisola italiana come nome intermedio tra quello babilonese antico NAPLASUM e quello piu' recente MANZAZUM (con il mantenimento pero' della sigla NA come identificativo della regione, sono gli stessi commentari babilonesi a segnalarci questi particolari).

Nella mappa e' chiaro che la zona e' la nostra ma in sostanza Nasraptu potrebbe anche riferirsi al mare Adriatico, e il percorso (Path) della spedizione (nel caso si fosse passati dal Nasraptu) sarebbe stato effettuato con le navi piuttosto che con i carri.

Comunque sia, penisola Italiana o mare Adriatico, nella citazione abbiamo che esistono due percorsi che si uniscono nella parte superiore e in quella inferiore di questa regione. E succede che nella sua parte posteriore avviene la distruzione di Akkad.

Per parlare di Sargon, il "re dei quattro quarti del mondo", occorrerebbe una pagina solo per lui. Mi limito a segnalare come estese, all'incirca nel 2350 avanti Cristo, la sua dominazione ovunque tanto che nella sua vecchiaia tutti i paesi intorno gli si ribellarono ma lui ebbe ancora il tempo di sconfiggerli e fu guerra anche con Subartu tanto che la conquisto' interamente e mai si ebbe un dominio esteso come il suo (tutto cio' viene riferito dalle numerose iscrizioni risalenti a tale epoca).

Ebbe con lui inizio la dinastia di Akkad che per generazioni tenne il titolo di "re di Akkad e di Sumer" fino a che non vennero altri dominatori e una nuova dinastia a regnare.

[...]