Abramo in valle Bormida

Conoidi visibili e conoidi nascosti


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il September 30, 2002 at 05:04:42:

In risposta a: Re: YPNN (APOLLO e NINURTA)
Inviato da Massimo il September 29, 2002 at 17:25:01:

Massimo scrive:
: Potresti pubblicare sul tuo sito o inviarmi una
: fotografia dove risaltasse la grandezza
: prospettica del Cervino rispetto agli altri
: rilievi alpini?

E' proprio la questione di ISIDE che si domandava
dove fosse andato a finire l'organo di OSIRIDE
fatto a pezzi (Osiride, non l'organo) dal
fratello SET. La mappa indica chiaramente una
grande montagna-conoide, ma dov'e'?

Nel mio sito c'e' un'immagine piccola ma
abbastanza significativa di come solo questa
montagna in tutto il globo abbia un tale
profilo "appuntito" (il Cervino, ma quello
fotograto da Zermatt, dall'altra parte dei monti,
vedi seguito del messaggio). In Asia ci sono
montagne altissime, ma e' tutto il territorio che
diventa sempre piu' alto (non esistono "conoidi"
che in perfezione possano competere con il
Cervino di Zermatt: gli stessi vulcani per quanto
precisi, nella forma sono molto piu' "adagiati").

Ed' e' una cosa BIVALENTE, perche' anche
dall'altra parte, in terra transalpina, a loro
volta NON VEDONO il monte sacro MONVISO (meno
appuntito ma altrettanto maestoso). In una di
queste due parti c'e' CAM che quando vede
l'organo del padre Noe' (invade il territorio
altrui) viene maledetto e schiavizzato dai
fratelli Sem e Giapeto.

Dalla pianura padana e' possibile capire dove si
trova il Cervino perche' fa parte del massiccio
del MONTEROSA che predomina su tutta la catena
alpina. Quando abitavo in periferia di Milano la
si vedeva che era la montagna NETTAMENTE
predominante, l'unica imbiancata di neve nei mesi
estivi e comunque piu' alta di una spanna
rispetto a tutte le altre (nonostante Milano sia
cosi' lontana dalla valle d'Aosta).

Dunque... chi conosce il territorio puo'
dirigersi con facilita' verso il massiccio del
Monterosa e arrivato alla SERRA DI IVREA (decine
di chilometri che la si nota subito come se fosse
una "muraglia gigantesca" costruita da mani
umane) c'e' l'entrata per la valle sacra (la
valle d'Aosta con le lapidi "cushite" della prima
epoca sumera postdiluviana) dove si trova anche
la valle del Cervino. Sono pero' convinto che
il "vero" Cervino sia lo stesso ma visto dalla
valle del Rodano (li' si che diventa "maestoso" a
guardarlo), e visto da Zermatt sia da considerare
la montagna sacra dei popoli transalpini (mentre
il Monviso lo e' per i popoli padani che ho
individuato come figli di Sem).

La cosa diventa interessante con un FEGATO-MAPPA.
Chi non conosce il territorio (o chi lo conosce
benissimo e vuole portare acqua al suo mulino)
puo' usare la mappa in modo differente e dire che
il MONVISO e' il conoide principale del
territorio, cosicche' la catena montuosa della
mappa non sono piu' le Alpi ma gli Appennini. In
questo senso vedevo l'episodio di Giacobbe che
convince Esau' ad andare sul VESUVIO (come se il
Monviso fosse il conoide principale e il Vesuvio
fosse il secondo conoide dei fegati-mappa, vedi
messaggi vecchi nel forum). Cosi' Giacobbe
ottiene la primogenitura restando nella zona del
Monviso, il conoide sacro per la zona a destra
della catena alpina.

Tra parentesi la tavola di Agnone (vedi messaggi
precedenti) unisce il territorio alpino iniziale
di Esau' con le zone di Ischia-Vesuvio di cui
stiamo parlando in questo messaggio (con il
Vesuvio che tiene mitologicamente sepolto sotto
di lui il famoso TIFONE-TIFEO, quello che viene
identificato come SET, con la parola SET che
compare nella prima riga della tavola di
Agnone, "STATUS PUS SET", magari "e TOT pose
SET", con chiari riferimenti egiziani e la
descrizione del territorio da Ischia-Vesuvio a
Ceneta, la moderna Vittorio Veneto).

Tornando a Iside... non e' facile arrivare nella
zona di Ginevra (il lago ai piedi del Cervino,
che nei fegati-mappa pare sia questa la "base del
trono", ricordandoci pero' che nel mito di RA
prima sembra stare nella zona italico-
mediterranea e solo dopo si sposta sulle
montagne "svizzere" per allontanarsi
dagli "umani").

Se anche Iside avesse trovato il Cervino dalla
parte italica, non era li' la zona giusta (magari
cercava sul lago Maggiore) ma dietro di lui,
nella zona di Ginevra. E con GINEVRA torniamo al
tema di re ARTU (HERiTiN-HURTUM nella tavola di
Agnone, l'entita' geografica RETIA-URTA-RD-
Eridano-Giordano-eccetera).


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: