Abramo in valle Bormida

Lettera R e segno E


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il October 23, 2002 at 06:01:35:

Questa e' notevole e la si puo' notare esaminando
molte scritte. Il segno "E" compare come secondo
carattere della sequenza etrusca di venti
caratteri. A seconda di come viene usato
l'alfabeto puo' essere la G oppure la R (e anche
altre lettere vicine perche' ci sono alcuni
alfabeti spostati di un carattere). Che possa
essere la R viene fuori da molte cose:

- il segno E come lettera R significa che il
segno D (letto ufficialmente come R) e' la
lettera D

- FLERE etrusco (foneticamente "flora", "flore-
fiore") diventa FLRDR (foneticamente "FLORIDURA-
fioritura")

- HERCLE etrusco diventa HRDCLR mostrando HRD-
Eridu (biblicamente h-RD, "la radice")

- HERC nel fegato-mappa diventa HRDC ("h-RD-
C", "la radice C", che come RDC ci porta alla
RADICE italiana) e questa potrebbe essere
notevole per determinare il NUMERO dell'Eridano
veneto (questo segno C)

- LETA nel fegato mappa (nel mezzo delle Alpi)
diventa "LRTA", "la RETIA-Rezia" e piu'
etruscamente "LART"

- il suffisso CE (che abbiamo visto legato ai
luoghi, il KI cuneiforme) si legge CR

- CLENAR diventa CLRNAD (potrebbe essere
CLRHAD, "colorato")

- TEsN etrusco diventa TRsN, "TIRSENI" (potrebbe
essere TRsH, Tirzah biblica)

Sfogliate anche velocemente il libro di
Facchetti. I segni E sono POCHI; ce ne dovrebbero
essere molti di piu' se fosse la classica vocale
E che conosciamo (oltretutto nell'epoca persiana
le vocali erano tre, A-I-U, per cui e' lecito
vedere una consonante sotto il segno E). Ma
procediamo con esempi illuminanti:

- HENNAPER (pagina 176), HRNNAPRD (compare
Arinna, "HRNNA" legata ai primi Ittiti, e
anche "hRN" biblico con di seguito Tebe, NA, e
l'Eufrate, PRT)

- tESAN diventa tRSAN ("tirsena") e accanto a lei
NEtUNS diventa NRtUNS (qui si vede con N-H,
HRtUHS, l'ORTO della tavola di Agnone, il solito
ERIDU, URTA eccetera)

- CEL (legato alla terra) diventa CRL e siamo
vicini al CRAAL-GRAAL

- TENtUR (pagina 200) diventa TRNtUD ("Taranto-
Trento-eccetera")

I famosi VANIKE etruschi diventano VANIKR (VA-
NIKR)e viene fuori il NKR "nigro" con la
possibilita' dunque che questo termine usatissimo
(nakru akkadico eccetera) sia legato a "N-luogo"
con tutte le possibili entita' legate a
questa "N": AN-Eliopoli, NA-Tebe, NH-Noe', ANU
sumero eccetera, che se poi tale VANI e' anche
VAHI diventa VAYU (nord-ovest vedico), YhVh-Iove-
Geova al contrario eccetera (una vera Babele
biblica...).

I "maroni" (una carica etrusca) sono anche la
parola MEN (MRN), quella di MEN-RVA, "MRN-DVA"
("maroni-deva")

SERONAI (pagina 28, stele di Lemno)
diventa "SRDONAI" (ecco i "SARDI" dalla
parola "SER")

sEALQ (ufficialmente il numero 40 etrusco)
diventa sRALQ, "Israele-Q"

sEMpALQ (il numero 70) ha il sEM (molto "semita")
che diventa "sRM", "che e' RM", Roma?

I segni "FE" (la "fe'", "fede") si leggono
ufficialmente "VE" che diventa "VR", il "VERO"

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: