Abramo in valle Bormida

Dal DV semitico (2) al dR celtico (3)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il June 16, 2003 at 19:02:36:

In risposta a: Re: DA DUE UNO
Inviato da mercurio il June 16, 2003 at 09:12:47:

La sequenza alfabetica semitica ha un'importanza
fondamentale perche' sono i numeri del nostro
passato storico. Le cose sono complicate perche'
esiste piu' di una sequenza alfabetica e come
valori numerici le cose sono cambiate piu' di
una volta (e in luoghi diversi usavano numeri-
lettere diversi, vedi per esempio gli alfabeti
rovesciati).

Con la presenza di un alfabeto spostato di un
carattere (A=0 oppure A=1) si puo' ricorrere
all'UNO DA DUE con il trucco
della "giustificazione" (la chiamo cosi' ma non
ho idea se abbia collegamento con i nomi
egiziani notoriamente "giustificati"). Esempio
pratico e illuminante (la differenza tra i
valori delle lettere e' sempre uguale anche se
l'alfabeto e' stato spostato oppure rovesciato):

- ABGDhVZHtYKLMNS^PzQRsT

- uso le due lettere semitiche D-V (radice di
DVA, il DUE "indoeuropeo")

- con la sequenza A=0 abbiamo 3-5 (la differenza
e' 2)

- con la sequenza A=1 abbiamo 4-6 (la differenza
e' sempre 2)

- con la sequenza A=21 abbiamo 19-17 (la
differenza e' sempre 2)

- con la sequenza A=22 abbiamo 20-18 (la
differenza e' sempre 2)

Avevo poi notato che usando l'alfabeto FUdARK
(quello usato dai Celti) abbiamo la terza e la
quinta lettera che sono d-R. Praticamente il DUE
(DV semitico) e' diventato TRE (dR fudarkico).

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: