Abramo in valle Bormida

Specchietto etrusco in Aramaico (Cermenate)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 17, 2003 at 15:48:21:

In risposta a: Re: Risposte - Domande - Domande - ...
Inviato da Cartesio il July 17, 2003 at 15:03:36:

Premettiamo una cosa importante:

- lo dice anche Sant'Agostino che tutte le
lingue del mondo provengono dall'Aramaico

Detto questo vediamo come esempio la scritta
sullo specchietto bronzeo dove ci sono Apollo,
Minerva, Ercole, Artemide:

MITITASICVERMENAQE

(traduzione suggerita da Facchetti: "io per
conto di Tita come dono sacro sono stato fatto")


M-ititasi-K-ver-M-enaqe, con la lettura aramaica
abbiamo "degli Ititasi come veri di Enoch"
(vengono indicati nello specchietto i veri eredi
di Enoch e il loro nome e' molto ittita)

i termini del vocabolario cambiano nel corso dei
secoli (a causa dei mutamenti alfabetici e di
chissa' quali altre cose)

la parola "ititasi" e' quasi sicuramente legata
a "zYz", il fiore (simbolo imperiale dei primi
Ittiti)

modernamente abbiamo i TOUTA sanniti, gli ETAT
francesi, gli STATI italiani

la parola "ver" riprende il solito tema "hR"
(la "montagna") e in questo senso i VEL etruschi
sono HEL ("hell", l'inferno inglese)

la parola "enaqe" e' composta dal suffisso QE-CE
etrusco uguale al segno cuneiforme del
territorio ("enaqe" come "terra di Noe'")

quello che poi esce fuori da queste parole cosi'
importanti sono tantissime cose... qualcuno ha
idea di cosa significhi il toponimo lombardo
CERMENATE?, CVERMENAQE si presta benissimo a
essere cosi' significativo da esesre arrivato
fino a noi come CERMENATE


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/
ABGDhVZHtYKLMNS^PzQRsT


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: