Abramo in valle Bormida

I Baschi sono Liguri (Rh negativo)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 18, 2003 at 15:42:12:

Dal simposio "Biologia medica e origine degli
Etruschi" (1958), citazione dell'intervento di
Mourant:

"Visto che abbiamo toccato la questione dei
Liguri, diro' che sono rimasto impressionato dal
fatto che, nella mappa Rh, la piu' alta
frequenza dell'Rh negativo e' in Liguria;
l'altra parte d'Europa in cui si riscontra una
frequenza analoga sono i Paese Baschi"


Ho riportato questa cosa anche per chi vede i
Baschi come una "colonia sumera" (bisognerebbe
allargare la questione sumerica a tutto il mondo
ligure che per tradizione viene considerato il
popolo piu' antico d'Europa, come dire che
occupavano l'intero territorio europeo-
occidentale nell'epoca dei primi regnanti
egiziani-sumeri-cinesi, senza escludere che
questi regnanti possano essere loro i primi
invasori).

Cosa c'entrano gli alfabeti italici con le
lingue spagnole-portoghesi? Niente?
Sbagliatissimo:

- i Baschi sono Liguri (sono sia qui che li')

- ho riportato come gli alfabeti italici abbiano
alcune lettere che vengono lette in modo diverso
(i segni etruschi 8AN sono FAN, il fauno, ma
sono anche la divinita' PAN, la solita F-P dei
Fenici-Punici) con le stesse modalita' che
differenziano il parlare spagnolo da quello
portoghese

- Cartesio pensando di darmi torto mi ha invece
dato perfettamente ragione... ci sono alcune
popolazioni che dicevano le lettere in un modo
diverso (noi diciamo A-B-C, altri A-B-GH, altri
A-P-C, altri A-P-S, altri A-F-S, eccetera)

- i problemi linguistici iberici sono gli stessi
della penisola italica (abbiamo i resti della
popolazione basca-ligure a confronto con altre
popolazioni tra cui le stesse persone, in
entrambi i posti, legate al mondo celtico
transalpino) e dunque il parallelo e'
perfettamente valido (una situazione gemella che
fornisce derivazioni linguistiche simili, tanto
piu' che l'Iberia e' l'altro luogo dove ci sono
alfabeti ovunque, anche di tipo sillabico da
collegare all'epoca minoica che non se li sono
inventati dopo l'arrivo dei Fenici in epoca
recente)

- le lettere italiche alpine oltretutto
compaiono identiche anche in territorio spagnolo
(vedi messaggi vecchi nel mio sito, con le
lettere messe intorno a una ruota come nelle
ipotetiche coordinate circolari)

- le osservazioni di Cartesio servono per capire
chi usava-leggeva l'alfabeto in un modo e chi in
un altro (nei duemila anni prima che venisse
adottata la lingua latina, un periodo di tempo
che di cose ne succedono tante)

- 8LA, "dal primo all'ultimo segno"
(dell'alfabeto etrusco)

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/



Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: