Abramo in valle Bormida

Antares, una regione meridionale


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il December 23, 2001 at 01:57:08:

In risposta a: Re: Antares, dal KUR dello Scorpione a Sant'Andrea
Inviato da Carlo Forin il December 22, 2001 at 07:03:20:

:Pero' bisogna serrare!

Proviamoci... la consistenza di un Europa unita
preromana e' un qualcosa che non e' mai esistito
ufficialmente. Ed e' un qualcosa che in tempi
recenti, come regno di SAUL, viene a realizzarsi
(senza risalire all'epoca del faraone
predinastico chiamato SCORPIONE, effettivamente
cosi' lontano nel tempo che il perdersi
nell'immensita' del passato e' facile assai).

Non e' quindi un caso che l'era cristiana parta
dall'anno "zero", questo "zero" e' in realta'
l'anno MILLE del regno unitario di SAUL (anno
piu' anno meno, potete verificarlo su qualsiasi
libro di storia).

ANDREA ha letteralmente "portato la croce di
Cristo ogni giorno, dalla mattina alla sera". La
sua vita e' incentrata sulla CROCE (KR-KRoce) e'
questa croce tiene una forma precisa, e' la CROCE
di SANT'ANDREA, quella a forma di lettera X.

Ci ritroviamo dunque a che fare con questioni di
cambi alfabetici (la croce compare in alcuni
alfabeti come T), ma anche senza alcuna
decodifica alfabetica riusciamo a cogliere lo
stesso l'essenza "sumera" di ANDREA.

Leggete qui cosa significa "Andrea":

http://www.intratext.com/IXT/ITA0441/$2p.htm

"Allora Gesu' disse ad Andrea: 'Vieni con me,
Andrea! Il tuo nome e' FUOCO. Tu sei benedetto
tra gli uomini."

Sembra quasi che "benedetto" significhi "detto
bene", "detto correttamente" (mentre il "collo
maledicto" potrebbe quasi essere "detto male" con
la T di ANTARES, invece che la D, "ANDARES").

Ma rimaniamo sulla questione. ANDREA e' FUOCO. Il
fuoco si dice in Sumero IZI, ma anche ESH ("a
heat source" che diventa poi l'akkadico-
ebraico "ash", "fuoco").

Siamo nuovamente a dividere Antares come ANTAR-
ES, ANDAR-ES, e lo facciamo volentieri visto che
ANTARES e' ben collegato mitologicamente al fuoco-
luce-eccetera.

Le dodici fatiche di Ercole-Gilgamesh e i dodici
apostoli, un ennesimo indizio che siamo sulla
pista buona.

E improvvisamente arriva l'intuizione... l'ultima
cena che rappresenta il fegato-mappa (HUR,
KUR, "fegato", e anche KUR regno dei morti di
Nergal) visto di profilo con al centro la
montagna GESU'. Non una montagna, bensi' TRE (una
divinita' notoriamente trina) e difatti sui
fegati-mappa abbiamo tre protuberanze (Cervino,
Monviso e catena alpina).

A sinistra e a destra le dodici regioni che
compongono il KR, una regione famosissima per il
VINO (il sangue di Cristo, "vino del KR").

Giuda, e' il quarto da sinistra. Di sicuro
Leonardo la sapeva lunga quando dipinse il
quadro, eravamo difatti all'indomani della
scoperta delle tavole eugubine
con cui il passato torno' a galla ma venne negato
nei tempi successivi, con studiosi ed archeologi
costretti all'abiura (tutto testimoniato,
uscirono pure sedici volumi di storia italiana
dall'arrivo primordiale di Giano in poi).

Ecco la sequenza (con gli apostoli messi da
Leonardo in gruppi di tre):

Bartolomeo, Giacomo Minore, Andrea
Giuda, Pietro, Giovanni
KR-Cristo-Gesu'-catena.alpina
Tommaso, Giacomo Maggiore, Filippo
Matteo, Simone, Taddeo

Mettiamoli pero' girati (guardando il territorio
ponendoci di fronte al Monviso o al Cervino):

--NORD
Taddeo
Simone
Matteo
---
Filippo
Giacomo Maggiore
Tommaso
---
KR-Cristo-Gesu'-catena.alpina
---
Giovanni
Pietro
Giuda
---
Andrea
Giacomo Minore
Bartolomeo
--SUD

Potrebbe essere la solita
divagazione "oceanica"... ma ho come
l'impressione di aver colto nel segno
grandiosamente. Non sto ora a raccontarvi tutti
quanti i collegamenti che noto, spero di trovarne
qualcuno decisivo nel confermare tale teoria.


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/





Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: