Abramo in valle Bormida

Re: Ishtar (DINGIR.15, d-imittu), "destra"


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il January 02, 2002 at 04:18:16:

In risposta a: Ishtar (DINGIR.15, d-imittu), "destra"
Inviato da Mauro il December 31, 2001 at 18:38:57:

Ishtar e' notoriamente Ashtaroth (^sTRVT) nella
Bibbia. Come divinita' cananea compare in tempi
recenti e viene definita come "false
divinita'", "a false goddesses" (Ashtaroth e' il
plurale femminile di Ashtar). Il nome e' gia'
presente ai tempi di Abramo come nome di
localita' amorrea che successivamente viene
affidata alla tribu' di Manasse. Abbiamo anche il
significato preciso di ASHTARETH KARNAIM che
compare nella Genesi come uno dei luoghi
distrutti dai re orientali sconfitti da Abramo.
Significa "Asthareth of the two horns or peaks",
le due montagne-conoidi dei fegati-mappa (Monviso
e Cervino). Tale luogo e' abitato dai "giganti"
(i Rephaim, una razza di giganti che possiamo ben
capire mettendoci nei panni del ligure Abramo di
fronte ai monumentali galli-celti della catena
alpina).

A me pare molto interessante il nome di uno dei
quattro re orientali che prima di essere
sconfitti da Abramo portano distruzione lungo
tutto il loro percorso, valle padana compresa.
Il "re delle nazioni" e' TIDAL (TD^L) e non mi
sorprenderebbe leggerci il nome di TUDALIYA, il
re ittita. Di sicuro svolgono un ruolo
determinante gli Elamiti (il popolo orientale il
cui re Chedorlaomer sembra essere il dominatore
dell'epoca) che nei segni cuneiformi vengono
riportati come NIM.MA.

I "biblici" sono proprio quelli che si lamentano
dei regnanti orientali che stanno sempre con
il "fegato in mano" a fare "divinazioni". La
spedizione di Chedorlaomer nella Genesi segue la
classica "ispezione del fegato" e Abramo si mette
a inseguire gli invasori orientali fino a DAN e
anche oltre.

Ma soffermiamoci sui "BAR".

Sebbene il significato del biblico "B-A-R"
sia "pit", "burrone-precipizio", nel brano della
Genesi che parla di Chedorlaomer si racconta dei
regnanti di Sodoma e Gomorra che scappando cadono
in questi BAR (Genesi 14:10), e il termine viene
tradotto (solo in questo brano, ho le statistiche
complete di ciascuna parola) con "pozzi di
bitume".

Pozzi di bitume? E' inspiegabile tradurre
cosi'... la valle di Siddim invece che essere
piena di italici BORRI (burroni) viene a
ritrovarsi piena di pozzi di bitume!

E' chiaro che il termine e' stato cosi' tradotto
per la mancanza di burroni effettivi nella
presunta zona mediorientale dove si cerca di
collocare gli episodi biblici. Pensate invece
alle valli alpine italiche e tutto prende la
geografia giusta (mi riferisco in particolare
all'antico lago Tarantasio in mezzo alla valle
padana e ai dirupi caratteristici del fiume
Adda).

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: