Abramo in valle Bormida

Intestini e fegati-mappa


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 03, 2002 at 04:39:28:

In risposta a: Re: scala territoriale
Inviato da Massimo Rovani il July 03, 2002 at 01:25:39:

Massimo scrive:
> Dei fegati-mappa ho trovato solo qualche
> immagine. Dove posso reperire altre
informazioni?

Il libro che ne parla maggiormente e' quello di
Koch Westenholz (Babylonian liver omens, circa
600 pagine) ma sono cose che non si trovano su
Internet perche' vengono considerate poco
interessanti in quanto divinazione (si trovano
molti testi astronomici, tante altre cose, ma
quasi nulla di questi testi basati sui fegati-
mappa; solo in alcuni siti medici compare qualche
articolo che dice le solite cose e al limite
riporta i nomi e i tentativi di connettere questi
nomi alla realta' dei fegati umani).

In questo libro si parla anche degli altri organi
che vengono "ispezionati" come descritto nel
testo riassuntivo denominato Pan Takalti che
risale all'epoca neoassira di Assurbanipal e
riporta numerosi testi appartenenti alle epoche
precedenti, un riassunto di tutti gli episodi
storici di una regione senza pero' indicare la
data degli avvenimenti che in alcuni casi puo'
essere calcolata con tavolette piu' antiche o in
presenza dei nomi di qualche regnante.
Il fegato resta comunque l'organo principale di
queste ispezioni-spedizioni:

- nel capitolo 1 del Pan Takalti vengono
ispezionati ISRU (organo sconosciuto), KUNUKKU
(le vertebre), KASKASU (breast-bone, ossa del
petto?), RIB (le costole)

- nel capitolo 2 si ispeziona TIRANU (l'intestino)

- dal capitolo 3 al capitolo 8 abbiamo il fegato-
Italia

- nel nono capitolo si ispezionano i polmoni

Tenendo conto della partenza dai luoghi
mediorientali neoassiri di Assurbanipal, ho
ipotizzato che le ispezioni-spedizioni
giungessero al fegato-Italia dai Balcani, un
passaggio veloce che viene effettuato con il
secondo capitolo (TIRANU puo' essere sia il
passaggio dall'Albania di Tirana alla Puglia, sia
le valli balcaniche che portano in Slovenia-
Friuli).

Con i dati di questo libro molte cose appaiono
chiare. Quando accosto gli alfabeti e trovo che
l'etrusco MN corrisponde al biblico KL, questa
cosa e' una cosa concreta ben attestata, sono i
segni sumeri ME.NI che vengono letti
akkadicamente "bab EKALLI", la "porta del
palazzo" che viene localizzata sul delta del Po.
Nel fegato etrusco abbiamo vicino al delta 8U8
che viene letto FUF ma e' anche BUB (Babilonia-
Populonia e Punici-Fenici). Un altro 8U8 e'
presente aldila' della catena alpina (Babiera-
Baviera?) e anche in questo caso abbiamo un nome
doppio cosi' come sono piu' di una le porte di
questo palazzo-montagna-regione (una "porta" per
chi viene dal mare Adriatico e una per chi viene
dal nord, con Populonia-Babilonia che potrebbe
essere una terza "porta" per chi viene dal mar
Tirreno). 8U8-BUB-PUP-FUF che poi e' diventato
famoso come FUF-LUNS, divinita' etrusca legata al
vino (argomento-sostanza centrale della questione
biblica-italico-vedica).

Gia' che ci siamo c'e' da notare come BAB-ILONIA,
POP-ULONIA, FUF-LUN, siano composti tutti dal
termine "ELENA" (dunque le "porte di ELENA"), EL
etrusco che nasconde il biblico GY, la "VALLE".
Tutte queste "porte" sono disposte intorno alla
valle padana che potrebbe essere l'Elena dei
tempi troiani.


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/

AEVZHtIKLMNPsRSYUpXFT (Etrusco)
BGDhVZHtYKLMNS^PzQRsT (Biblico)
FUdARKGuHNIJPeZSTBEML (Fudark1)
FUdARKGuHNIJePZSTBEML (Fudark2)

: Grazie Mauro.
: A questo proposito ti propongo direttamente
: quanto scrive Rykwert riguardo agli “intestini-
: mappa”: in questo caso la scala territoriale
: sembra ridursi ad un paesaggio. Comunque per
: quanto riguarda i possibili parallelismi tra
: scale territoriali diverse mi trovi
: completamente d’accordo.
: “Oltre al fegato, un altro viscere importante
: per i presagi erano gli intestini. Nella
scienza
: augurale essi erano chiamati ‘palazzo degli
: intestini’ o semplicemente ‘grande palazzo’(il
: vocabolo accadico ekkalu, come l’ebraico
heichal,
: ha il duplice significato di ‘palazzo’ e
: di ‘tempio’). ‘Palazzo degli intestini’ era
detto
: in Mesopotamia anche il mondo sotterraneo,
: dominato dal demone Humbaba, l’uomo-intestino:
: nel loro complesso fegato e intestini sembrano
: rappresentare nella divinazione mesopotamica
: l’universo. Per di più i termini in essa usati
: (‘montagna’, ‘fiume’, ‘punto di
: sosta’, ‘passaggio’, ‘porta principale’, ecc.)
: richiamano in qualche modo la descrizione di un
: paesaggio; sembra che vi sa stata una diretta
: connessione tra gli elementi di un paesaggio-ad
: esempio i dintorni di una città assediata- e le
: varie parti dei visceri della vittime
: sacrificale. In generale in Italia la
divinazione
: mediante gli intestini, pur essendo praticata,
fu
: assai meno importante che in Mesopotamia: la
: grande scuola etrusca si dedicò prevalentemente
: all’epatoscopia.” (J.Rykwert in “L’idea di
: città”, pagg. 51-52)
: Dei fegati-mappa ho trovato solo qualche
: immagine. Dove posso reperire altre
informazioni?




Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: