Abramo in valle Bormida

Liutprando e le Olimpiadi?


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 05, 2002 at 03:49:08:

In risposta a: Re: TRB (il Trebbia), "diventera' famoso"
Inviato da Massimo Rovani il July 03, 2002 at 01:48:26:

: http://195.120.144.100/sancolombano/frame.html
: alla sezione F del museo

Il simbolo a sei raggi e' indubbiamente il segno
principale di questa lapide. Per la scritta non
riesco a capire a cosa si riferisca, in epoca
longobarda, la frase in mezzo: "OLIMPIADIS
QUATTUOR UNIUSQUE CIRCOLO ANNI".

E' interessante che BOBBIO (B-B) viene scritta
EBOVIO (B-V), una cosa che avevo segnalato pochi
messagi fa notando nel fegato-mappa etrusco il
8U8 (B-B), sopra la catena alpina, che
corrisponde alla regione BABIERA-BAVIERA (B-B e B-
V).

Nel museo c'e' anche una lapide romana che e'
stata riutilizzata tagliandone alcuni pezzi. Tra
le poche parole rimaste si legge "ET-L". Se sul
pezzo mancante c'era una B potrebbe essere una
lapide che riporta il nome della "citta' di Dio",
Bethel (BYT-AL biblico che si puo' scrivere in
latino BET-L).

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/

: Sull retro di una lastra datata al regno di
: Liutprando VIII sec.d.C. e conservata a Bobbio,
: ho ritrovato il tanto familiare simbolo della
: ruota a sei bracci

: Ti riporto la "misteriosa" descrizione:

: LAPIDE SEPOLCRALE del VESCOVO CUMIANO
: La lapide murata nella cripta, eseguita
nell'VIII
: secolo e firmata da un maestro lapicida di nome
: IOHANNES, al momento del suo rinvenimento
: risultava visibile solo per la faccia con il
: decoro scultoreo del IX secolo, ossia il verso
: contenente il testo dell'iscrizione che ci
: ricorda la sepoltura dell'abate Cumiano,
: personaggio del quale non si hanno ulteriori
: notizie. Fortunatamente il rinvio interno del
: testo al regno di Liutprando ci consente una
sua
: collocazione cronologica tra il 712 e il 744,
: inizio e termine del suo regno. L'iscrizione
: corre all'interno di una cornice decorata da un
: tralcio continuo con motivi fogliati e grappoli
: d'uva e fiori mentre sui lati brevi è
raffigurata
: in alto un'anfora (Kantharos) mentre in basso
due
: colombe affiancano un tondo con un simbolo
: cristologico (Chrismon):motivi questi che
: rappresentano una importante ripresa della
: tradizione ornamentale classica e
paleocristiana.
: I profondi incassi della partitura decorativa,
: simili a degli alveoli, dovevano essere
: probabilmente riempiti con paste vitree
colorate
: secondo una consuetudine simile a quella della
: coeva oreficeria. Una delle particolarità della
: lastra è che il testo dell'iscrizione risulta
: rovesciato rispetto al senso della cornice
: decorata che lo contiene. Un "errore" questo
che
: è stato variamente interpretato o come una
svista
: del lapicida, o come un riuso di una lastra
solo
: parzialmente decorata oppure, ipotesi più
: probabile, come disinteresse rispetto al verso
: del testo e dell'ornato. Sembra infatti che la
: lastra terragna, ossia infissa sul pavimento,
: fosse passibile di percorsi di lettura diversi
e
: perciò leggibile da più parti.
: Nel IX secolo la lastra venne riempiegata come
: pluteo, ossia come elemento di una recinzione
: presbiteriale, e per tale motivo fu realizzata
: una apposita decorazione spartendo la superfice
: del verso con una doppia serie di cinque
: quadrangoli delimitati da una maglia
intrecciata
: e mutando l'orientamento del pezzo da verticale
a
: orizzontale.

: testo d'iscrizione
: +HIC SACRA BEATI MEMBR[A] CU MIANI SOLVUNTUR.
: CUIS CAELUM PENETRANS ANIMA C[UM] ANGELIS
GAUDET.
: ISTE FUIT MAGNUS DIGNITA TE GENERE FORMA. HUNC
: MISIT SCoTHIA FINES AD ITALICOS SENEM. LOCATUR
: EBOVIO D[OMI]NI CONS TRICTUS AMORE. UBI
VENERANDI
: DOGMA COLUM BANI SERVANDO. VIGILANS IEIUNANS
: INDEFES SUS SIDULE ORANS. OLIMPIADIS QUATTUOR
: UNIUSQUE CIRCOLO ANNI. SIC VIXIT FELICITER UT
: FELIX MODO CREDATOR. MITIS PRUDENS PIUS FRATR[I]
: BUS PACEFICUS CUNCTIS. HUIC AETATIS ANNI
FUERUNT
: NOVIES DENI. LUSTRUN QUOQUE UNUM ME[N]SES QUE
: QUATTUOR SIMUL. AT PATER EGREGIE POTENS
: INTERCESSOR EXISISTE. PRO GLORIOSISSIMO
: LIUTPRANDO REGE QUI TUUM. PRAETIOSO LAPIDE
TYMBUM
: DECORAVIT DEVOTUS. SIT UT MANIFESTUM ALMUM UBI
: TEGITUR CORPUS. D[E]P[OSITUS] EST HIC D[O]M[INU]
S
: CUMIANUS EP[ISCOPU]S XIII K[A]L[ENDA]S S[E]PT
[EM]B
: [RI]S. FE

: http://195.120.144.100/sancolombano/frame.html
: alla sezione F del museo




Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: