Abramo in valle Bormida

Lamastu e PAZUZU... ittiti o assiro-babilonesi?


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il July 10, 2002 at 05:37:04:

In risposta a: Ercole-cane e Lamastu-cane, l'Europa
Inviato da Mauro il July 09, 2002 at 03:13:05:

Il famoso amuleto che riproduce Lamastu insieme a
molti altri simboli:

- i simboli in alto sono quelli ITTITI (i
geroglifici LUVI), mentre le divinita' riprodotte
(Lamastu compreso) vengono definite ASSIRO-
BABILONESI


Alcune cose su PAZUZU:


- PAZUZU e' il nome della figura alata (con
quattro ali, due in alto e due in basso)

- PAZUZU come "zYz", il "fiore" biblico", la
margherita simbolo imperiale dei primi Ittiti (B-
zYz, "dentro il fiore")

- PAZUZU con le sue ali ha la forma di due rune
numero 17 (TYR-TYR) a forma di freccia (una
verticale e una rovesciata e sovrapposta), e
queste due rune formano anche il simbolo ebraico
(due triangoli-freccia, uno verticale e uno
rovesciato e sovrapposto)

- il gigante alato ANZU, che viene detto anche
ZU, puo' essere PAZUZU (se lo consideriamo
un "fiore-stella con sei petali-punte") in quanto
Z e' il numero 6 nell'alfabeto di venti caratteri

- durante la battaglia Mose' stava sulla montagna
e con le braccia abbassate vinceva Israele, con
le braccia alzate vinceva Amalek (con le braccia
sia alzate che abbassate abbiamo PAZUZU come
simbolo di unione di queste due immagini alate)


Tornando a Lamastu ho parecchie pagine su di lui
che sono pero' scritte in Tedesco... riporto il
brano originale dove sembra che si dica che
Lamastu e' FIGLIA ("marat") di ANU:

Originale: "Enuma nepisa sa Lamasti teppusu marat
Ani imitti babi sumeli babi u tarsi bab bit
majjali tes[sir] ina imitti u sumeli marat Ani
kalba saha nura zuqa[qipa pilaqqa] multa musala
kursinni imeri tessir serri ina qatisa tusasbassi"

Tedesco: "Wenn du das Ritual gegen Lamastu
durchfurhen willst, zeichnest du eine 'Anu-
Totcher' (= Lamastu) rechts von der Tur, links
von der Tur, und gegenuber der Schlafzimmertur;
rechts un links von der Anu-Totcher zeichnest du
einen Hund, ein Schwein, eine Lampe, einen Skorp
[ion, eine Spindel?], einen Kamm, ein
Spiegelnecessaire, einen Eselsknochel; Schlangen
lasst du sie mit ihren Handen fassen"

SCHWEIN e' "maiale" ma non so se corrisponde
all'akkadico MAJJALI (uguale preciso al maiale
italiano)

E' notevole che in Tedesco la "porta" (BAB
akkadico) si dice TUR. Per gli Italici la catena
alpina e' un TUR-toro, per i Tedeschi e' la PORTA
per raggiungere i paesi caldi, con il
nome "PORTA" che contiene il RT-TR, la TUR-porta
tedesca.

C'e' anche MARAT-figlia che associato a Lamasti
come figura geografica europea ci porta a MARTU
(la catena alpina nei fegati-mappa in lingua
akkadica). Anche in questo caso il termine
tedesco usa un termine altrettanto significativo
geograficamente, TOTCHER che sono TOT-Ittiti e
CHER-Kurriti.


Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/





Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: