Abramo in valle Bormida

Il divinatore-governatore (il serpente biblico)


Elenco dei messaggi

Inviato da: Mauro il September 05, 2002 at 05:20:02:

In risposta a: scrittura circolare sumera
Inviato da giorgio il September 04, 2002 at 22:21:43:

Mando una copia di un mio vecchio messaggio che
parla degli ideogrammi sumeri, in particolare di
LAGASA che come termine sembra il nostro "LUOGO".
Secondo me si puo' scoprire che la posizione dei
segni puo' avere significati importantissimi. Se
consideriamo il reticolato indicante LAGASA come
se fosse una di quelle famose scacchiere egiziane
(tre righe di dieci caselle ciascuna, come se
fossero i tre figli di Noe' che si dividono il
territorio con Sem che prende la fascia in mezzo)
potremmo scoprire che non si tratta di
un "gioco", ma di una rappresentazione del mondo
conosciuto in cui le singole regioni sono
contrassegnate da caselle. Siamo di fronte a
navigatori come i Sumeri, per cui devono esistere
altre citta' sumere nel mondo e sistemi precisi
di navigazione geografica. Oltre tutto i Sumeri
usavano il sistema sessagesimale che basandosi
sul numero SEI riguarda direttamente la geografia
esagonale di cui ho scritto in altri messaggi.

Dunque, per capirci... LAGASA come un territorio
vastissimo che pero' viene ridotto ufficialmente
a una singola citta' (dove sono state ritrovate
le tavolette in cui viene citata). Le conoscenze
marinare e geografiche dei Sumeri vengono presto
perdute e tutti i segni interpretati male. Le
mappe diventano fegati oppure altri organi di un
corpo umano-animale senza accorgersi che un
faraone incarna lui stesso il pianeta, e questo
pianeta ha le sue regioni geografiche che
corrispondono a quelle di un corpo umano.
Chiaramente tutti vorrebbero essere la testa
piuttosto che i piedi... (in questo senso la
visione del mondo come "albero" e' quella che
accontenta tutti quanti, senza particolari
differenze tra una o l'altra regione).

Ecco il testo del mio vecchio messaggio:

Ho finalmente sottomano una nutrita serie di
ideogrammi sumeri con la relativa traduzione (JCS
29). Diciamo subito che segni di questo genere
sono proprio quelli preistorici del monte ligure-
francese Bego, in particolare i "reticolati".

Ci sono pero' alcune cose che mi lasciano
dubbioso. C'e' un cilindro dove compare tre volte
E'-AN-NA-TUM, ma il segno E' usato non e' sempre
lo stesso:

- un reticolato ha la parte sinistra con nove
caselle, l'altro reticolato ne ha sei

Tra parentesi il reticolato con nove caselle a
sinistra e' anche LIL (quello della divinita' EN-
LIL) che compare in una delle righe superiori.

Anche la posizione dei singoli segni potrebbe
influire sul significato. Mi riferisco a LA-GA-SA-
KI-KE4 che viene tradotto con "di Lagash" (con
Lagash che e' la citta' dove hanno trovato questo
cilindro pochi anni fa). Uno dei segni (KE4) e'
un reticolato di 15 caselle con i due segni che
lo precedono messi in modo da indicare una delle
righe e una delle colonne (non sembra proprio che
vengano messi casualmente, nonostante lo spazio
ci sia uno dei segni a forma di freccia viene
posto lateralmente sulla verticale dell'ultima
colonna del reticolato).

Mi chiedo... Lagasa sara' una singola citta' o un
territorio molto ampio che ha bisogno di un
reticolato (e di alcuni indicatori laterali) per
indicare le sue singole parti? Proprio come se
fosse una mappa geografica in cui viene indicata
la riga e la colonna (viene sempre tradotto come
se fosse un tempio unico e magari si tratta
invece di localita' differenti che possono
trovarsi in una qualsiasi parte del continente).

Anche uno dei segni di LAGASA e' diverso (il
primo ha 7 caselle, il secondo 6).

Un'altra delle clamorose contraddizioni sono il
segno KE4, il reticolato di 15 caselle che
abbiamo appena visto. Anche il reticolato di 12
caselle viene tradotto come KE4.

Di fronte a questa traduzione (con questo
cilindro che e' fatto bene, non sono certo errori
dello scriba) ho grosse perplessita' sullo stato
attuale della grammatica e del vocabolario sumero.

Per dirne un'altra, il famoso EN.SI (il
governatore) e' composto di TRE segni e il segno
in mezzo (quello piu' articolato) non viene
considerato.

Nella Bibbia il "divinatore" ("lettore dei
segni") viene chiamato "N-H-s". Se questo NHs e'
lo stesso "governatore" di questo cilindro, cio'
significa che il Sumero e' Semitico, mentre EN.SI
e' un "esperanto" di un'epoca successiva. NHs
subisce anche una significativa trasformazione:
nelle prime due citazioni bibliche (Genesi 44:5 e
44:15) e' appunto un "divinatore", ma diventa
subito dopo il "SERPENTE" biblico (quello della
mela) e cosi' rimane per quasi tutto il resto
della Bibbia.

Il serpente del Paradiso padano
come "governatore" sumero?

Saluti,
Mauro
http://www.cairomontenotte.com/abramo/


Messaggi correlati:



Oggetto:

Commento: